Home » Biblioteca » Tecnica di polizia giudiziaria ambientale – le norme procedurali penali applicate alla normativa ambientale di Maurizio Santoloci e Valentina Santoloci

Tecnica di Polizia Giudiziaria Ambientale

Le norme procedurali penali applicate

alla normativa ambientale

Autore: Maurizio Santoloci[1] e Valentina Santoloci

Editore: Diritto all’Ambiente – Edizioni

Edizione aggiornata 2012, con prefazione del Prof. Paolo Maddalena (Giudice della Corte Costituzionale)

Recensione: quante volte avremmo voluto qualcuno che, per mano, come un moderno “Cicerone” ci portasse a comprendere i ‘perchè’ ed i ‘come’ agire nell’affrontare questo o quell’altro problema pratico!? Da sempre questo è il sogno di molti giovani ma non solo. Il medesimo desiderio palpita nel cuore (e nella coscienza) di chi è costretto a fronteggiare problemi importanti, soprattutto, nei casi in cui il contesto in cui si opera è per antonomasia irto di difficoltà e problematicità.

Ebbene, questo manuale è una sorte di “Cicerone in testo” atto ad aiutare tutti coloro che operano nel settore del diritto ambientale: materia attuale ma anche particolarmente complessa, con capacità di ricadute applicative negative (ogni qualvolta il diritto all’ambiente viene violato) sugli aspetti più delicati ed vitali della esistenza di ogni uomo. Ne segue: della società.

Ora, sia che si tratti delle Forze di Polizia Giudiziaria, di pubblici funzionari, di avvocati o magistrati od anche di privati, di volontari e/o semplici amanti dello studio del diritto dell’ambiente: questa opera editoriale saprà fornire a ciascuno di essi gli opportuni strumenti cognitivi e di interpretazione al fine di semplificare il lavoro. Il libro è un contributo pratico, pragmatico per l’applicazione delle norme sostanziali e procedurali, soprattutto, per chi è impegnato nelle funzioni di vigilanza, di controllo e di giudizio nel settore dell’ambiente.

Particolarmente attuale (aggiornato alle modifiche del D. Lgs. n. 205/2010), il libro offre una panoramica a 360° dei problemi relativi all’ambiente: dalla nozione in senso giuridico di “ambiente” al  concetto di “danno ambientale”; dalle norme processuali all’esemplificazione del diritto sostanziale sugli illeciti (penali ed amministrativi) in tema ambientale; dalla assunzione delle prove in materia alle pronunce giurisprudenziali; dalla corretta interpretazione della normativa vigente agli aspetti operativi delle procedure di controllo in materia di tutela giuridica degli animali, inquinamento atmosferico, reati in tema di urbanistica, edilizia e/o paesaggistica ecc.

Impreziosiscono l’opera, nella sua parte finale, un glossario tematico ed una sezione di schemi esemplificativi riassuntivi delle fasi e/o concetti più importanti in materia.

N.B.: gli autori del volume non percepiscono alcun compenso ed hanno devoluto i relativi diritti agli scopi sociali del sito www.dirittoambiente.net

Chi è l’autore: Maurizio Santoloci, è magistrato di Cassazione con funzione di giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Terni. È stato membro della Commissione ministeriale per la revisione del Testo Unico ambientale. E’  stato consigliere di tre Ministri dell’ambiente per i reati ambientali.  È direttore della Testa giornalistica on line www.dirittoambiente.net. Da oltre venti anni insegna, come docente titolare, le materie di “Tecnica di Polizia Giudiziaria ambientale” e diritto dell’ambiente, con particolare riferimento a rifiuti ed acque. Tiene corsi presso la Scuola nazionale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, la Scuola nazionale del Corpo Forestale dello Stato, il Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, la Guardia di Finanza e molte polizie locali, nonché per il personale tecnico di molte amministrazioni locali. E’ direttore del Centro Studi per le Tecniche di Polizia Giudiziaria del Corpo Forestale dello Stato.  È stato vice presidente nazionale del WWF Italia ed è direttore dell’Ufficio Legale nazionale della LAV (Lega Antivivisezione)

Valentina Santoloci, Laureata in Scienze dei Servizi Giuridici con una tesi in Diritto Pubblico, dal titolo: “Storia dei crimini ambientali nel nostro Paese: interpretazioni di legge e lacune nell’ordinamento giuridico, common law di fatto prevalente sul civil law”. Ha svolto una relazione sul ruolo della “giurisprudenza supplente” nel contesto del seminario organizzato dal Servizio CITES Centrale del CFS dal titolo “Tutela degli animali di specie CITES” ed una relazione sul tema dell’effetto progressivo dei “reati satelliti” creati dalla giurisprudenza nel contesto della disciplina giuridica a tutela dell’ambiente in occasione del seminario interforze “Tecnica di Polizia Giudiziaria Ambientale” organizzato dalla Polizia Provinciale di Pescara. Svolge relazioni su tematiche connesse al diritto ambientale presso la Scuola del Corpo Forestale dello Stato. Responsabile del coordinamento editoriale e scientifico della Testata giornalistica on-line “Diritto all’ambiente”, è autrice di diversi articoli nelle materie ambientali ed a difesa giuridica degli animali



[1]  Leggi l’interessantissima intervista effettuata al giudice Maurizio Santoloci su Nuove frontiere del diritto n. 5, Maggio 2012